Taser e far west

Mi dicono: “…che c’è di male? La pistola ti uccide, questo no… e poi oggi se uno fa una rapina non gli sparano mica, mentre con il taser lo bloccano friggendolo un po‘”.

Sono decisamente preoccupato, penso a quando, tra una decina d’anni, 55enne, mi troverò a manifestare animatamente contro il nuovo fascismo, magari avrò un pacemaker cardiaco, ed un poliziotto “alla Callagan” mi friggerà le palle e mi ammazzerà li con un’arma di plastica, mentre urlo per il rispetto della Costituzione.

Temo che queste armi, che si aggiungono e non si sostituiscono alle altre, servano solo a deresponsabilizzare le Forze dell’ordine che le utilizzeranno.

Quanto sarebbe stato più efficace investire in istruzione e cultura i soldi che lo Stato ha destinato ai taser?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.