Reddito di cittadinanza e controllo della moralità

Ora vogliono decidere cosa è “morale” e cosa no.

Dicendo che il reddito di cittadinanza debba essere utilizzato solo per spese morali, di fatto stanno scegliendo cosa per noi è bene e cosa è male.

Sebbene non mi piaccia che i fruitori di sussidio (come saranno gli intestatari del reddito di cittadinanza) buttino i soldi con i “gratta e vinci” (peraltro monopolio statale), mi domando:

Quando stabiliranno che non possiamo più comprare preservativi?

Quando sarà vietata la pillola del giorno dopo?

Quando non potremo comprare farmaci per terze persone (magari immigrati)?

Quando dovremo versare un 8 per mille alla chiesa?

Se fossi destinatario di sussidio, a queste condizioni, lo restituirei. Non possono comprare la mia libertà con 400 Euro.

Fottetevi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.